\\ Home Page : Articolo : Stampa

Ottavi di Finale: Italia - Australia 1-0

Di AndreaC (del 27/06/2006 @ 03:04:39, in Nazionale, linkato 770 volte)


Grande partita ieri, della formazione Italiana che, anche se in 10 per l'espulsione di Materazzi, riesce ad aciuffare la qualificazione ai Quarti di Finale.

Il c.t. parte con un tridente composto dallo juventino, Gilardino e Toni. Come nelle amichevoli contro Olanda e Germania. E soprattutto senza Totti, dopo quattro giorni di tormenti e discussioni. Una scelta razionale, maturata dopo avere preso atto che in un ottavo di finale conta la tenuta fisica e metterla dentro. A supporto un centrocampo composto da Perrotta, Pirlo e Gattuso. E ora l'appuntamento è per venerdì ad Amburgo, contro l'Ucraina(che ha battuto per 3-0 la Svizzera).

L'Australia si presenta con un 3-5-1-1 previsto alla viglia, ma con tal Wilkshire al posto di Kewell, colpito da un attacco di gotta che lo costringe addirittura ad usare le stampelle.

Bastano solo 3' a Toni per sfiorare di testa il gol del vantaggio. L'occasione dell'attaccante rappresenta un po' l'andamento del primo tempo, perché l'Italia di reti ne sfiora almeno quattro, ma subendo incredibilmente il gioco dell'Australia, molto abile a tenere alto il suo baricentro e costringendo la Nazionale a faticare il doppio quando deve ripartire. E' infatti sensazione netta che la difesa australiana sia facilmente perforabile, ma così affollata a centrocampo da non permettere agli azzurri di arrivare con la necessaria lucidità davanti a Schwarzer che para su Gilardino e ancora su Toni.

Pratico, da applausi il gioco dell'Australia, che applica regole antiche, pur con mezzi molto inferiori a quelli azzurri e capace di liberare sempre un uomo. Al 30' l'ottimo Chipperfield scatena il destro e Buffon gli dice di no. Ecco un segnale da memorizzare e aggiungere al puzzle. Lippi prova a cambiare in attacco e nella ripresa toglie Gilardino per Iaquinta, invertendo le posizioni di Perrotta e Gattuso, mantenendo in campo i muscoli di Toni che però spreca ancora una volta una palla facile. Ma il colpo al fianco lo assesta invece l'arbitro Cantalejo che al 6' espelle un po' troppo frettolosamente Materazzi per un fallo al limite su Bresciano, inguaiando l'Italia.

Lippi toglie Toni e inserisce Barzagli, un centrale, al fianco di un Cannavaro strepitoso, arretrando la posizione di Gattuso. L'Australia non se lo fa ripetere due volte e pressa mancando il gol ancora con Chipperfield, sempre all'insegna di un gioco prevedibile, ma martellante che non concede pause. Totti al posto di Del Piero al 30' è un'idea brillante, al contrario dello juventino. Ora è' l'Italia a pressare, dimostrando che bastano dieci giocatori per battere questa Australia. Con il cuore. Quello di Grosso che ci crede e conquista il rigore, scaricato poi in rete da Francesco Totti, che vale un passaggio di turno per i Quarti di Finale. Ma applausi all'Australia. E a Guus Hiddink.


© Copyright 2004-2015 - Tutti i diritti sono riservati.                                                                Io uso dBlog 1.4 ® Open Source
PRIVACY POLICY